Italia: AFD International chiede alle autorità italiane di rilasciare il dott. Mohamed Mahsoub

0

La polizia italiana ha arrestato ieri, mercoledì 1 agosto, il Dr. Mohammed Mahsoub, Ministro degli Affari giuridici dell’Egitto, nella città Comiso, il quale gode di un permesso di soggiorno permanente in Francia. Il Dr. Mahsoub conferma che la polizia lo ha fermato su richiesta delle autorità egiziane, che lo accusano di truffa, stupro e aggressione alle proprietà di Stato.

Esprimendo la nostra profonda preoccupazione per questo fermo:
Consideriamo la risposta da parte delle autorità italiane alla richiesta di arresto una pratica illegale da parte di Stato che tutela le libertà e diritti, sopratutto sapendo che il Dr. Mohammed Mahsoub è un volto politico assai conosciuto dell’opposizione egiziana, e che i rapporti delle Nazioni Unite e di altre organizzazioni dei diritti umani attestano l’uso
dell’Egitto della tortura sistematica, della detenzione arbitraria e delle uccisioni extragiudiziali.
Chiediamo alle autorità italiane di liberare il Dr. Mohammed Mahsoub e di non attivare l’arresto in base alla nota Interpol, stando la certezza che nel caso di espulsione in Egitto il Dr. Mahsoub sarà sottoposto a tutti i tipi di tortura ed, eventualmente, essere ucciso. Riteniamo inoltre le autorità italiane responsabili per la sicurezza del Dr. Mohammed Mahsoub, e chiediamo di rispettare la Convenzione internazionale contro la tortura, che nel suo articolo 3 comma 1 afferma che «Nessuno Stato parte espelle, respinge né estrada una persona verso un altro Stato qualora vi siano serie ragioni di credere che in tale Stato essa rischia di essere sottoposta a tortura.»
Vorremmo inoltre ricordare alle autorità italiane il caso del suo cittadino Regeni morto sotto tortura in Egitto.

Chiediamo infine alle autorità italiane di rispettare la Dichiarazione europea dei diritti dell’uomo, così come tutti i valori di libertà e di dignità alla base dell’Unione Europea, e di chiarire le ragioni di questa strana procedura, da parte di uno Stato da cui ci si aspettava di arrestare i criminali effettivi, non le persone innocenti.

Divisione del Medio Oriente e del Nord Africa
AFD International Human Rights
02 agosto 2018

Share.

Comments are closed.