America

Messico: Uccisione del giornalista messicano Gregorio Jiménez

Secondo le Nazioni Unite, il Messico presenta numeri troppo preoccupante di violenza ed omicidio contro i cittadini. Ultimamente, secondo fonti della polizia, il giornalista messicano Gregorio Jiménez è stato trovato morto martedì 11 febbraio, a Veracruz, ha lavorato come giornalista all’agenzia di NotiSur così come il giornale “liberale del Sur”. Il 5 febbraio, un gruppo di quattro uomini armati hanno rapito giornalista forzatamente ammanettato mentre si trovava nella sua casa di Coatzacoalcos.
Veracruz, è così è diventato uno degli Stati più violenti, poiché per l’anno 2012, cinque giornalisti sono stati uccisi e un altro è disparito.
Il giudice Hernán Tejeda Alvarez pubblicato, il 19 febbraio, un mandato d’arresto contro cinque uomini e una donna, identificata come i responsabili dell’attacco, coinvolto il rapimento e l’omicidio del giornalista, nonché altre due persone.
AFD International denuncia il rapimento e l’uccisione del giornalista Gregorio Jiménez vittima della violenza che è diffusa nel Messico e ha esortato il governo messicano di adottare efficaci misure preventive per sradicare la violenza e garantire i diritti fondamentali dei cittadini.

AFD International
Dipartimento di Americas
Madrid, Spagna

Related Articles

Close
Close